Allenamento : come fare il Crunch sulla Fitball

Pubblicato il 08-04-2014
Allenamento : come fare il Crunch sulla Fitball
Diventata uno degli strumenti più utilizzati per il fitness e per gli addominali, la Fitball appare per la prima volta in America negli anni Novanta, ma è arrivata e si è affermata in Italia solo di recente.

Ottimo strumento per chi vuole tenersi in forma anche stando a casa, la Fitball permette di lavorare sui muscoli e sull'equilibrio, rivelandosi un ottimo metodo di allenamento.
Una volta imparato a stare in equilibrio sulla Fitball (è importante non sottovalutare la questione equilibrio prima di approcciare esercizi più complessi), è possibile iniziare a lavorarvi.

Uno degli esercizi più facili, riguarda l'allenamento degli addominali: il famoso crunch.
Fare gli addominali crunch sulla fitball è un modo perfetto per iniziare a lavorare con il proprio fisico, non solo per migliorare i muscoli addominali, ma anche per rinforzare i lombari. Il movimento dolce di discesa, accompagnato dal sostegno della palla lungo la schiena evita l'errato inarcamento della stessa, permettendo un lavoro completo del tronco.

Come ci si siede sulla Fitball per effettuare un crunch in modo corretto?

Non bisogna sedersi al centro della palla, ed è per questo che è importante fare esercizi di equilibrio prima di iniziare con il crunch. Per una postura corretta, bisogna piantare le gambe ben salde a terra, divaricate all'ampiezza delle anche e poggiarsi con la parte bassa della schiena sulla Fitball. Le mani possono essere posizionate a croce al petto oppure (per i più esperti) essere tenute incrociate dietro la nuca.

Discesa e salita vanno fatte lentamente per avere un controllo totale dei movimenti, che devono essere completi per ottenere dei buoni risultati.
Chi non ha raggiunto ancora un buon equilibrio, può aiutarsi puntando i piedi contro il muro, in modo da avere una maggiore stabilità durante l'esercizio.
Prima di procedere al crunch, tuttavia, è bene riscaldare il tronco almeno con delle torsioni del busto e facendo un po' di ginnastica. Il numero di ripetizioni da effettuare, invece, varia a seconda del livello a cui ci si trova: i principianti possono partire con due o tre serie da sei ripetizioni, per arrivare a dieci entro un paio di sedute.

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok