Allenarsi in vacanza : mare o montagna ?

Pubblicato il 23-08-2016
Allenarsi in vacanza : mare o montagna ?
Anche in vacanza lo sportivo non riesce a fermarsi e vede ogni località turistica come una potenziale palestra a cielo aperto in cui cimentarsi in nuovi sport, trasformando cosi il suo periodo di stop in un riposo attivo per i propri muscoli.

Per chi sceglie come destinazione una località di mare, è possibile allenarsi scegliendo tra:

  • Il nuoto: è per eccellenza lo sport che coinvolge più gruppi muscoli; l'acqua salina inoltre crea una piacevole resistenza opposta che permette all'atleta di migliorare resistenza e velocità.
  • Lo snorkeling: uno sport in cui si abbina le potenzialità del nuoto alla scoperta dei fondali marini.
  • L'acquagym: un modo fresco per potenziare la muscolatura e migliorare il sistema cardiocircolatorio divertendosi in compagnia.
  • Il kajak: è uno sport avventuroso che potenzia la muscolatura degli arti superiori (dal bacino in su).
  • Il surf: equilibrio, coordinazione, forza, resistenza sono tutti messi in gioco tra un'onda e l'altra con abbinamento dei principi base del nuoto.
  • Il pedalò: l'attività che diverte sia grandi sia piccini, la bicicletta di mare con cui rilassarsi lavorando sugli arti inferiori in mezzo al mare.
  • Il beach running: da svolgere rigorosamente nelle ore più fresche della giornata e con scarpe da running adatte al suolo.
  • Il fitwalking: da svolgere a piedi nudi sul bagnasciuga per beneficiare del massaggio naturale dell'acqua su caviglie - cosce - glutei, permette di eliminare stanchezza e pesantezza; di tonificare e di migliorare forza e resistenza degli arti inferiori; di migliorare la coordinazione, l'equilibrio e la propriocezione grazie proprio al lavoro che il piede nudo svolge a contatto con la sabbia.
  • Il beach tennis: uno sport in cui si lavora sullo scatto con focus su gambe - caviglie - polpacci, muscoli delle braccia e delle spalle.
  • Il beach volley: uno sport divertente ma impegnativo proprio perché agli scatti e ai salti occorre prestare attenzione all'attrito dei piedi sulla sabbia. I muscoli coinvolti sono i medesimi del beach tennis.

Per chi invece sceglie come meta turistica una località di montagna, è possibile allenarsi scegliendo tra:

  • Le escursioni in montagna/trekking: è uno sport ideale per tutti, il cui grado di difficoltà viene segnalato sulle diverse mappe presenti ad inizio sentiero. Attraverso il trekking si potenziano i muscoli degli arti inferiori, degli arti superiori se si utilizzano i bastoncini, la coordinazione, l'equilibrio e i riflessi, con un buon lavoro cardiovascolare.
  • Le escursioni in bici/downhill: Le escursioni in bici sono un modo semplice di visitare diversi paesi collegati tra loro grazie ad una pista ciclabile, che spesso attraversa paesaggi naturali e luoghi culturali, il lavoro è tutto focalizzato sugli arti inferiori e poco sull'addome. Il downhill è uno sport indicato per i più temerari e allenati, essendo molto impegnativo, i percorsi si snodano tra salite e discese continue.
  • Il rafting: è uno sport adrenalinico che permette di lavorare sui deltoidi posteriori, sui muscoli delle spalle, sull'addome e sui muscoli lombari, messi a dura prova per stabilizzare il tronco.
  • L'arrampicata: è uno sport avventuroso che lavora su forza e resistenza, anche qui il grado di difficoltà viene sempre segnalato sulle mappe presenti ad inizio percorso.

Praticare dei multi sport in vacanza permette al corpo di riposarsi attivamente e di mantenere alto l'umore lontano da schemi, programmi e tabelle di marcia che si seguono durante l'anno. Svolgendo anche attività apparentemente ludiche è possibile cosi mantenere il proprio tono muscolare, preservare in parte il grado di allenamento e stimolare il cervello.