Dieta Detox : come depurarsi dopo le vacanze estive

Pubblicato il 19-09-2019
Dieta Detox : come depurarsi dopo le vacanze estive

Dopo le vacanze estive spesso si ritorna a casa con qualche chilo in più. Certamente il cambio alimentare, anche per chi normalmente è attento a ciò che mangia, porta ad accumulare un po' di grasso in eccesso, ma spesso questa non è la sola causa dell'aumento di peso. In realtà i chili in più sono spesso dovuti a gonfiore addominale, ritenzione idrica ed accumulo di tossine, derivanti proprio da comportamenti alimentari scorretti. Ecco allora che, oltre a praticare attività fisica e dormire a sufficienza, emerge l'importanza di depurarsi, attraverso un'alimentazione che ci faccia tornare rapidamente in forma e pieni di energia, recuperando equilibrio e leggerezza fondamentali per affrontare il cambio di stagione e la ripresa dell'attività lavorativa.

DIETA DETOX: COME DEPURARSI DOPO LE VACANZE ESTIVE

Ora, una dieta, per essere depurativa e detossificante, deve permettere una rapida eliminazione delle tossine e ridurre al minimo l'introduzione di nuove. Per farlo, un buon alleato potrebbe essere il “ Fito Detox'' che con i suoi componenti, quali il cardo mariano, carciofo e tarassaco ci aiutano nel favorire le funzioni depurative dell'organismo. Inoltre la presenza della curcuma Meriva, utile per sostenere le funzioni digestive ed epatiche e per la sua azione antiossidante, risulta un ottimo prodotto in questo periodo dell'anno.

La curcuma microincapsulata Meriva viene assorbita 30 volte di più rispetto a una curcuma normale, riportando una potenza di effetto maggiore. Utile per la salute delle ossa, della vista, e per la riduzione dei fattori infiammatori articolari.

NO AL DIGIUNO

Prima di tutto, è bene precisare che “per disintossicarsi non è necessario alcun digiuno, anzi. Stare a digiuno può solo affaticare un organismo che è già stato messo a dura prova dagli eccessi delle vacanze''.

RIDURRE L'INTROITO PROTEICO

Al fine di sostenere la funzionalità renale, è necessario ridurre l'introito proteico: le scorie azotate che derivano dal metabolismo epatico vengono, infatti, eliminate dai reni. Fra le fonti proteiche, l'intervistata consiglia di “prediligere quelle vegetali, derivanti principalmente dai legumi, ma anche da alcuni cereali, in primis l'avena''.
Certamente è consigliato per un certo periodo di tempo eliminare la carne, e questo non solo per l'apporto proteico che ne deriva, ma anche e soprattutto perché “si tratta dell'alimento a maggiore contenuto di tossine''. In tal senso, una dieta detox priva di carne, come abbiamo visto anche parlando di dieta per steatosi epatica, aiuta enormemente anche il fegato, che è l'organo principale deputato appunto allo smaltimento delle tossine stesse. “Via libera invece al pesce, prediligendo sempre quello azzurro, ricco di omega 3, di piccola taglia e di stagione, ed anche alle uova, pur non eccedendo naturalmente nelle quantità''.

LIMITARE LATTICINI E GRASSI SATURI

“Nella dieta detox post vacanze, latte e derivati andrebbero limitati, magari sostituendoli con prodotti alternativi, come il latte vegetale, molto più leggero da metabolizzare''. Inoltre, se vogliamo far lavorare bene il fegato, senza appesantirlo, eliminare alcool, caffè e bevande gassate per un certo periodo di tempo, risulta molto utile.

ACQUA E FIBRE

“Un buon apporto di fibre aiuta certamente la funzionalità dell'intestino, per cui il mio consiglio è di basare la dieta detox su verdura e cereali, questi ultimi rigorosamente integrali, in quanto più leggeri e più nutritivi dei corrispondenti raffinati''. Altro consiglio è senz'altro quello di bere molta acqua (anche fino a tre litri al giorno), al fine di eliminare liquidi in eccesso e, con questi, anche le tossine accumulate.

IL RUOLO FONDAMENTALE DI FRUTTA E VERDURA DI STAGIONE

I migliori alleati nella dieta detox del rientro dalle vacanze restano sempre frutta e verdura. Si tratta infatti di alimenti che racchiudono in sé un elevato potere depurativo e detossificante, in quanto ricchi di numerose sostanze benefiche per il nostro organismo, come antiossidanti, vitamine e minerali. Ma quali frutti ed ortaggi è meglio consumare a fine estate? Chiariamo che “tutta la frutta e la verdura apportano enormi benefici all'organismo, ma il consiglio resta sempre quello di consumare alimenti freschi, quindi prediligere frutta e verdura di stagione''.

Trattandosi di fine estate, settembre offre ancora qualche prodotto tipicamente estivo, proponendo però già un anticipo di autunno, con alcuni frutti ed ortaggi tipici di questa stagione: “in generale, diciamo che la frutta è più utile a favorire la diuresi e sostenere quindi la funzionalità renale, mentre le verdure sono più finalizzate al sostegno epatico; entrambe, naturalmente, aiutano l'intestino nel suo processo detossificante''.

 

A cura di: Ufficio Stampa ProAction

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok