Iniziare a muoversi – 10 Consigli

Pubblicato il 21-11-2019
Iniziare a muoversi – 10 Consigli

Quando non si pratica sport da molto tempo o semplicemente si è sempre stati sedentari, casa - lavoro - lavoro - casa, il solo pensiero di iniziare un qualunque tipo di programma fitness risulta difficilissimo ma soprattutto impossibile.

A volte intraprendere una nuova routine sembra un ostacolo insormontabile e si rinuncia ancor prima di iniziare. La rinuncia nasce dalla paura di uscire dalla propria quotidianità, di non riuscire ad incastrare ogni tassello o semplicemente di “fallire''. Bisogna imparare ad iniziare a piccoli passi ogni nuovo percorso all'interno della propria vita.

Sportivamente parlando, per iniziare con successo una qualsiasi attività sportiva basta semplicemente…

Fissare degli obiettivi misurabili e reali

Gli obiettivi servono per:

  • responsabilizzarsi
  • motivarsi
  • disciplinarsi
  • entusiasmarsi
  • sfidarsi

Mini goals

Ogni obiettivo deve essere misurabile e reale, cioè pensato sulle obiettive condizioni e capacità psicofisiche nel momento in cui si inizia ad allenarsi. Questo non significa che non possano essere modificati, anzi, dividere l'obiettivo in mini goals consente di raggiungere più velocemente e facilmente il risultato sperato ma anche di modificare il tiro.

No Scuse

“Non ho tempo'' '' Non sono motivato'' “Non ha senso'' “E' troppo difficile'' “Piove, nevica, fa freddo, fa caldo''

Chi non si è mai sottratto ad un impegno, inventando una scusa più o meno plausibile? Anche in campo sportivo lo scuse vengono dette per svincolarsi da un impegno, ma in questo caso, si creano scuse e le si raccontano a se stessi rinunciando al cambiamento.

Iniziare Oggi

Ovvero non procrastinare l'impegno che si è presi con se stessi.

L'obiettivo potrebbe essere smaltire qualche chilo, potersi sentire più dinamici e reattivi per giocare con i propri figli o per lavorare meglio, o semplicemente seguire il consiglio di un medico a seguito di una diagnosi.

Ogni obiettivo è la visualizzazione di un'esigenza o di un desiderio, ma per raggiungerlo non bisogna rimandare a domani.

Pianificazione e organizzazione

Segnare nero su bianco un piano di allenamento settimanale o mensile, significa assumersi la responsabilità di rispettare un programma in contemporanea ad impegni privati e professionali.

Significa anche poter appuntarsi eventuali progressi, tempistiche, qualità e quantità di esercizi svolti, in pratica avere un quadro generale di cosa e quando lo si svolge.

Il diario sportivo o il planning è un mezzo per motivarsi, sentirsi determinati e raggiungere il proprio obiettivo.

Pianificare un workout coerente e divertente

Per potersi appassionare all'attività sportiva è necessario che questa piaccia, infatti è fondamentale sperimentare e cimentarsi in più discipline prima di fossilizzarsi sulla più scontata.

Fai ciò che ti piace e non lavorerai neanche un giorno - Confucio

Gradualità

Quando non si svolge sport da diverso tempo, mesi o anni, è necessario iniziare ad allenarsi con gradualità, vale a dire:

  • inizialmente workout 2 volte a settimana
  • piano di allenamento di 30′-45′ massimo
  • intensità medio - bassa per le sedute cardio

Un approccio “slow'' consente di abituare il corpo alla nuova richiesta di energia e di movimento, ma anche di poter affrontare intensità, resistenza e potenza richiesta in tranquillità.

Valutare i propri progressi

Si è detto che all'interno del diario dello sportivo o planning, è possibile appuntare workout eseguiti, tempi, intensità e stati d'animo provati. A fine mese, il planning diviene uno strumento per valutare i propri progressi, il raggiungimento di un mini goal o di un obiettivo finale per poi poter pianificare un nuovo programma di allenamento.

Allenarsi in compagnia

Se si teme di perdere la determinazione, è consigliato l'allenamento con un amico o con un gruppo di allenamento. L'impegno diviene un appuntamento fisso e piacevole in cui ci si incoraggia, ci si aiuta, ci si confronta, diviene anche un momento importante di socializzazione.

Valutazione medico sportiva

Prima di iniziare una qualunque attività sportiva, è fondamentale svolgere una visita medico sportiva.

Avere il nulla osta da parte di un medico competete, permette di poter programmare con più serietà il proprio percorso, consapevoli anche di eventuali propri limiti.

Spesso l'abbandono di un percorso nasce da un obiettivo troppo irreale o da un piano di allenamento troppo forzato e serrato, o semplicemente dall'obiettiva difficoltà di poter eseguire determinati movimenti.

Essere consapevoli dei propri punti di forza e di debolezza fisici aiuta ad avere successo in questo nuovo percorso.

 

A cura di: Dott.ssa Chiara Rancan

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok