Maratona: l’importanza del CARBO LOAD

Pubblicato il 25-03-2019
Maratona: l’importanza del CARBO LOAD

Manca poco alla maratona di Rimini, quel che è fatto è fatto…ma il punto chiave della settimana resta sempre la gestione dell'alimentazione.

Nei primi tre giorni della settimana è importante seguire una dieta povera in carboidrati e ricca in proteine, nei tre giorni in avvicinamento il contrario: ricca in carboidrati. Incrementando l'apporto di carboidrati nei due o tre giorni che precedono la gara le scorte di glicogeno aumentano, e di conseguenza anche la capacità di resistenza.

Si consiglia dunque pane e pasta o riso ad ogni pasto principale, con aggiunta di una barretta energetica (Jelly Bar) e frutta nei due spuntini.

Questa strategia di fuelling-up deve essere accompagnata dagli ultimi allenamenti di scarico, quindi blanda attività fisica.

Importante evitare i cibi integrali, soprattutto la sera prima, per ridurre il discomfort intestinale che si può manifestare con l'introduzione di fibre; lasciar perdere anche i condimenti grassi, che appesantiscono l'apparato digerente, rallentano la digestione e creano irritazione che può portare a meteorismo e non solo.

Un ultimo consiglio è quello di bere, sana abitudine di tutti i giorni, in quanto non esiste il “carico di acqua''. La corretta abitudine di assumere circa 2 litri al giorno di liquidi tra bevande, acqua e frutta e verdura, anche il giorno prima della gara dev'essere un punto fermo nella strategia nutrizionale di ogni atleta.