MTB : Kerschbaumer e Berta campioni italiani elite

Pubblicato il 22-07-2019
 

Un podio tutto targato ProAction nella gara uomini elite, con i gemelli Braidot subito dietro Kerschbaumer. Settimo Pettinà. Ottimi piazzamenti anche nelle altre categorie di Juri Zanotti, Antonio Folcarelli, Filippo Fontana, Giada Borghesi e Anna Oberparleiter. Tra i master secondo posto di Massimo Folcarelli.

Chies d’Apago (Belluno)- Dopo le grandi prestazioni agli Internazionali d’Italia e in Coppa del Mondo, Gerhard Kerschbaumer era l’uomo più atteso al Campionato italiano di mountain bike cross country e non ha tradito le attese. Sabato 20 luglio, sul rinnovato tracciato di Lamosano, l’altoatesino del Team Torpado Ursus si è laureato campione italiano Elite per la terza volta consecutiva. Dopo Genova 2017 e Pila 2018, Kerschbaumer ha fatto proprio anche Alpago Bike Funtastic 2019. Una gara superba la sua, condotta prima in compagnia dei fratelli Daniele e Luca Braidot (Gs Carabinieri), poi da solo. Con i gemelli goriziani ha condotto fino al penultimo giro quando ha aperto il gas. Nel corso dell’ultimo giro ha dato un nuovo impulso al ritmo ed è rimasto tutto solo per poi tagliare il traguardo a braccia alzate. A 54” ha chiuso Daniele Braidot, a 1′ Luca Braidot. A completare la top five Gioele Bertolini e Andrea Tiberi, staccati rispettivamente di 2’11” e 2’28”. «Abbiamo corso da subito su ritmi molto alti» ha detto il vincitore. «Ho forzato al penultimo giro e forzato nuovamente all’ultimo. Sono davvero contento di questo terzo tricolore, conquistato su un tracciato, quello di Chies, dove c’è tanta salita e che a me piace molto».

Nella gara regina, Nicholas Pettinà è giunto 7° a completamento dell’ottimo risultato del Gs Carabinieri.

Tripletta del Centro sportivo Esercito tra le donne Elite con Martina Berta (pur essendo ancora Under 23, ha deciso di prendere parte alla gara Elite) a vestirsi del tricolore dopo una gara dominata fin dai primi metri, Eva Lechner e Chiara Teocchi a portarsi a casa rispettivamente argento e bronzo. Nella top five Serena Calvetti e Anna Oberparleiter (Team Lapierre Trentino). «Arrivo da qualche stagione difficile e questo titolo tricolore è un gran bel risultato, un risultato che mi dà morale per gli imminenti campionati europei» afferma Martina Berta. «Non mi aspettavo di rimanere sola già al primo giro, sono andata via in discesa. Visto che non rientravano, ho proseguito da sola. Il percorso? Più divertente di quello del passato».

Tra gli Under 23 non è riuscito a riconfermare il tricolore Juri Zanotti (Torpado Ursus) a lungo al comando con il gruppetto di testa e poi 4° all’arrivo. Sesto posto per Antonio Folcarelli  (Race Mountain Folcarelli) e 8° per Filippo Fontana (GS Carabinieri).  Tra le donne Juniores buon 6° posto per Giada Borghesi (Team Lapierre Trentino).

Tra i master, ottimo 2° posto di Massimo Folcarelli (Race Mountain Folcarelli).

Foto Gallery sulla nostra pagina FB.

 

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok