Tiliment Marathon Bike: buona la prima

Pubblicato il 18-04-2011
 

Grande Successo per la prima prova degli Italian MTB Awards sponsorizzati da ProAction

Spilimbergo (PN)- Apertura con il botto per la prima prova degli Italian Mtb Awards con la Tilimet Marathon bike che ha quasi raddoppiato il numero di partenti dell’edizione 2010. Più di 1100 atleti al via, suddivisi in 3 percorsi: il lungo “marathon” di 102 km e 2260 mt di dislivello con moltissimi atleti di spessore tra gli élite, pronti a “saggiare” la gamba in vista dei Tricolori di Gualdo Tadino (al via anche i nostri atleti del Corpo Forestale, Sintesi e della Cicli Olympia) ; il medio di 52 km e 900 mt di dislivello con gli specialisti del ciclocross e delle distanze brevi e il corto di 25 km (350 mt di dislivello) valido quale campionato Italiano Paraolimpici.
La gara era valida anche come prova del circuito internazionale Alpen International MTB Tour, e dei circuiti Alpe-Adria Cup, Friuli Mountain Bike Challenge e Friul Bike.
Giornata perfetta, con cielo blu e temperature gradevoli hanno accolto i corridori. Al via anche diversi stranieri, provenienti principalmente dalle vicine Austria, Slovenia e Croazia.

 

Una gara ricca di colpi di scena, quella disputatasi sul percorso di 102 km che ha visto sfumare il duello tra i due vincitori delle passate edizioni Mike Felderer e Walter Costa, poichè quest’ultimo è rimasto bloccato in un tratto di single track, senza possibilità di superare un folto gruppo, classificandosi comunque quarto. A dominare i 3/4 della gara è stato Rafael Visinelli del Gruppo Sportivo Forestale che è partito subito all’attacco distaccando il drappello composto da Felderer, Bianchi, Cattaneo e Pallhuber di 3 minuti e mezzo. Ma al momento giusto Ramon Bianchi ha accellerato in salita seguito da Felderer e insieme hanno superato Visinelli, che ha ceduto il campo indebolito anche per aver saltato il rifornimento.
Gli ultimi 5 km sono stati infine tutti di Felderer ( campione italiano marathon nel 2008) che non voleva farsi sfuggire questa vittoria, bissando quindi il primo posto del primo anno in 4h 06′ 43” con una media di 29,67, seguito dai compagni di squadra (Full Dynamix) Ramon Bianchi (4h 08′ 37”) già professionista su strada con la Liquigas e Johnny Cattaneo (4h 09 22”), campione italiano in carica, afflitto da un po’ di tendinite in questo periodo. Il nostro pur bravo Rafael Visinelli si è dovuto accontentare del nono posto.

Vittoria mancata per una foratura a un km dal traguardo per Mariangela Cerati del Colnago Arreghini Sudtirol sulla 102 km femminile, che ha dovuto accontentarsi di un terzo posto (5h 49′) raggiunto di corsa con la bici a mano ma comunque prima tra le élite. Prima è arrivata Antonella Incristi del Ki.Cosys. Ermetic Serramenti (5h 42′ 44”), seconda  la nostra Lisa Bacchiavini della Sintesi Corse (5h 46′ 45”).

Nella 52 km la vittoria è stata tutta del campione italiano master di cross country Fabio Zampese della Bike Pro Action (1h 57′ 05”) a metà gara già da solo (quest’anno è élite e ha vinto anche in questa categoria), con una lotta sul filo di lana tra il secondo Denis Vogrig del Team Granzon (2h 00′ 38” 26”’) e Riccardo Panizza del Mandello Bike Team (2h 00′ 38” 50”’).

ProAction vince la 52 km femminile con Samira Todone dell’UC Caprivesi, team sponsorizzato dalla nostra azienda.
Grande afflusso per tutto il giorno sia al ProAction Village, gestito nell’occasione dal nostro fidato Angelo, che agli Stand Italian MTB Awards.

 

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok