Allenamento su pista per il runner d’inverno

Pubblicato il 17-12-2015
Allenamento su pista per il runner d’inverno
Terminato il periodo di recupero ricominciano gli allenamenti. La cosa fondamentale è la gradualità quindi il lavoro su pista o su strada deve riprendere progressivamente. I ritmi da seguire non sono certo quelli dell'ultima parte di stagione perché l'inverno è il momento di costruzione delle basi. Si rende necessario sottoporsi ad un test per capire le frequenze e i ritmi da tenere. Definiti questi si inizia a correre. Come? L'allenamento ideale soprattutto per il periodo invernale prevede un buon riscaldamento, corso a fondo lento di circa 15-20'. Si devono poi far seguire esercizi di mobilità dinamica (quindi non lo stretching che darebbe l'effetto contrario a quello ricercato cioè il raffreddamento muscolare). Fatti questi arriva il momento delle andature (rullate,skip,calciata sotto, sale e pepe,allunghi). Questo è uno dei fondamentali dell'allenamento invernale nel quale si ricercherà la giusta tecnica e la correzione dei problemi di meccanica di corsa.

L'allenamento poi dovrà puntare allo sviluppo della forza con balzi, squat, affondi e tutti gli esercizi, a carico naturale, utili a questo. Il tutto andrà velocizzato a fine allenamento per non appesantire troppo le gambe.

ALLENAMENTO TIPO

15' riscaldamento;

10' andature;

5'passaggi agli ostacoli;

FORZA (8 balzi in buca rec 1' x 3 volte; 3 appoggi e balzo in buca rec1' x 3;6 appoggi e balzo in buca rec 1' x 3);

VELOCIZZAZIONE:Skip rapido su una scalinata,tra gli over, e 3x30m rapidissimi;

20' defaticamento al lento;

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok