Running : la corretta alimentazione del podista con il freddo

Pubblicato il 05-12-2017
Running : la corretta alimentazione del podista con il freddo
Nonostante le temperature rigide invernali, il podista con l'obiettivo della maratona non può interrompere la sua preparazione. In questa stagione è importante, oltre al tipo di allenamento e al vestiario corretto, anche la corretta alimentazione mirata a irrobustire il sistema immunitario, a rafforzare le ossa e ad aumentare l'ossigenazione dei tessuti soprattutto se ci alleniamo in altura.

Via libera quindi agli alimenti ricchi in antiossidanti e ai fermenti probiotici. Questi cibi attivano le difese immunitarie che con le basse temperature possono abbassarsi, facendo quindi aumentare il rischio di disturbi alle vie respiratorie.
Aumentare poi il consumo di frutta di stagione e in particolare di arance, mandarini e pompelmi, ricchi di vitamina C, soprattutto nel pre e nell'immediato post allenamento. Utile anche l'integrazione con glutammina che rafforza il sistema immunitario. Nella dieta è bene inserire anche una fonte di vitamina D che aiuta a combattere la stanchezza muscolare e rinforza le ossa: ottimo il pesce e il fegato.

Per aumentare l'ossigenazione tissutale abbondare con alimenti ricchi in ferro come le lenticchie, il grano saraceno, la carne di tacchino e di pollo, l'uovo. Nella verdura il ferro si trova maggiormente in quella a foglia verde scuro e nel prezzemolo fresco. Evitare gli spinaci e le biete in quanto l'alto contenuto in acido fitico riduce di molto l'assorbimento del ferro in essi contenuto. Via libera ancora alla vitamina C che oltre ad essere un antiossidante, in questo caso aumenta l'assorbimento del ferro a livello intestinale. Spesso indico ai miei pazienti di pasteggiare con acqua e limone!

In generale, e soprattutto durante la stagione invernale, il ruolo dei micronutrienti (i minerali) è fondamentale per raggiungere una performance ottimale: aiutano a produrre più energia, aumentano la sintesi dell'emoglobina, aumentano la mineralizzazione ossea, difendono dal danno ossidativo.